Ciao Elvisio

2 agosto 2020 - È mancato questa mattina all’ospedale di Perugia il collega e amico Elvisio Vinti. Era il fiduciario della Casagit per l’Umbria dal 2009 e aveva ricoperto anche incarichi nell’Ordine dei giornalisti, nel Consiglio Nazionale e nel Sindacato.

Nelle settimane passate era andato in ospedale per una serie di controlli con disturbi che nulla avrebbero fatto presagire una fine così veloce. Purtroppo, mi conferma la moglie Marinella, la situazione si era da subito dimostrata grave.

Di Elvisio ricordo molti sorrisi e molte domande sempre concrete, sempre dritte al problema, senza tanti giri di parole. È stato scritto di lui in queste ore da molti Fiduciari Casagit di come fosse una persona per bene, un gentiluomo; una persona attenta della quale non potevi non tenere in giusto conto le osservazioni, le parole. Elvisio di parole ne usava poche e sempre al momento giusto, aveva nella sua riservatezza una grande solidità personale e un’infinita lealtà soprattutto verso le esigenze di colleghe e colleghi. Esigenze concrete, sempre viste guardando al nocciolo della questione, sia quando si parlava di grandi disegni verso il futuro sia quando si valutavano prassi e regole da portare per migliorare efficienza e stabilità della Cassa ieri e della Mutua oggi.

Ricordo una nostra conversazione privata quando ci apprestavamo alla trasformazione della Casagit da Associazione non riconosciuta a Fondazione, primo passo verso la Società di Mutuo Soccorso. Eravamo a Bologna e anche lì mi fece poche domande tese a capire come sarebbe cambiato il nostro compito e il nostro impegno verso ogni iscritto. Poi fece uno dei suoi sorrisi e mi disse “se è così va bene”. Per lui tanto bastava.

Ci mancherà la sua concretezza mai ruvida, mai supponente e la sua grande disponibilità. Alla moglie Marinella, alla figlia Michela tutta la vicinanza del Consiglio di Amministrazione e della Direzione Generale e le nostre più sentite condoglianze.

Daniele Cerrato
Presidente Cda Casagit Salute